Disponibilité

Désolés, il n'y a pas de chambres disponibles dans cet hébergement en ce moment

Général

La Villa Love Sicily 9 si trova sulla famosissima spiaggia di Punta Cirica direttamente sul mare, immersa tra splendide insenature naturali, vanta di una spiaggia privata con sabbia fine e dorata.

Una vera e propria Casa da sogno per trascorrere una vacanza tra relax e natura.

Gli appartamenti al primo piano sono così costituiti:

Appartamento per 4 persone

1 cucina/zona giorno
1 camera matrimoniale
1 camera con 2 letti singoli
1 bagno con doccia
1 veranda esterna

Appartamento per 5/6 persone

1 cucina/zona giorno con divano letto
1 camera matrimoniale
1 camera con 2 letti singoli
1 bagno con doccia

A disposizione degli ospiti la Villa Love Sicily 9 offre spazi forniti di sdraio, docce esterne per il mare, barbecue, posto auto, lavatrice e uso pedalò ( su disponibilità ).

Heure d'arrivée

17:00

Heure de départ

10:00

Services

  • Kitchenette
  • Location de voiture
  • Machine à laver
  • Salle de bain privée
  • Service de navette vers l'aéroport

Parking

Parcheggio all'interno della villa

Désolés, il n'y a pas encore de commentaires pour cet hébergement .

Ispica Mare: Santa Maria del Focallo

Ispica Mare: Santa Maria del FocalloSanta Maria del Focallo   Nella Sicilia Sud-Orientale in provincia di Ragusa nella città di Ispica si trova la frazione denominata « Santa Maria del Focallo ». Distante 5 chilometri dal capoluogo comunale è una località balneare che si estende per circa 8 km di spiaggia dorata, con sabbia fine, soffice e paradisiaca. E’ senza ombra di

Sports et nature

Sports et natureOvviamente non manca occasione per praticare numerosissimi sport a Santa Maria del Focallo e Ispica  

Sport marittimi

  • Nuoto
  • Kitesurf
  • Windsurf
  • Sci nautico

Sport generali

  • Jogging
  • Calcio
  • Basket
  • Pallavolo
  • Beach volley

Sport motoristici su circuito:

  • Kart
  • Supermotard
  • Moto - Minimoto e Pitbike
  • Auto

Nightlife info

Nightlife infoSanta Maria del Focallo ed Ispica offrono una vita nottura attiva:
  • Discoteche lungo la litoranea
  • Pub e Disco-Pub
  • Spettacoli ed eventi
  • Serate a tema
 

Culture and history info

Culture and history infoLa presenza di abitanti in questa zona è testimoniata già in epoca greca (VIII-III secolo) grazie al ritrovamento di reperti. Il nome deriva da una vecchia chiesetta presente sulla costa, andata distrutta durante il terremoto del 1963 e dedicata alla Madonna del Focallo, il termine però deriverebbe da Ficallo che probabilmente significa "luogo pieno di alghe". Molti avvenimenti storici hanno caratterizzato la zona, come la Prima guerra Punica e lo sbarco alleato in Sicilia del 10 Luglio 1943.

Ispica

Ispica, l'antica Hispicaefundus, chiamata, fino al 1935, Spaccaforno, è posta su una collina a 170 metri circa dal livello del mare da cui dista 6 km. Il suo nome deriva da un flume,Hyspa. Per alcuni il nome deriverebbe dal nome latino Speca (grotte), facendo riferimento a Spaccaforno (Spacca, derivazione fonetica di Ispica, e forno, voce latina utilizzata per significare le tombe a forma di forno che si trovano vicino all'abitato) (la voce forno potrebbe derivare dal latino fundus). Dopo il terremoto del 1963, alcuni quartieri furono ricostruiti intorno alle chiese rimaste in piedi (seppur danneggiate) di S. Antonio, del Carmine, dei Minori Osservanti, gli altri furono costruiti ex novo sul colle Calandra con vie larghe e diritte. Mentre i reperti archeologici testimoniano di una ininterrotta presenza abitativa del sito dall'età del bronzo, la più antica notizia riferita alla città si ha in una bolla di Papa Alessandro III nel 1168. Alla fine del sec. XIII la terra di Spaccaforno venne aggregata alla Contea di Modica. Nel 1393 il Castello di Ispica è compreso tra i possedimenti comitali di Bernardo Cabrera. La città, nel 1453, fu ceduta dai Cabrera ad Antonio Caruso di Noto, Maestro Razionale del Regno. Nel 1493 Isabella Caruso sposa Francesco II Statella, discendente dei Conti della Contea di Statel in Fiandra. Per effetto di tale matrimonio i successori di Francesco,nel 1537, assunsero il possesso e il governo della città. Gli Statella ressero Spaccaforno fino al 1812, anno in cui venne abolita la feudalità. La città fu incorporata nel distretto di Modica e nella provincia di Siracusa. Nel 1927, a causa dello scorporo di questa provincia, Ispica fu assegnata alla nuova provincia di Ragusa.

Savoir plus